Daniela Dian

Vi darò un cuore nuovo - 2009

acrilico su tela cm 150 x 100 - dittico
In quest'opera, realizzata per la partecipazione a Symbolica 2009 presso il Castello D'Este di Ferrara, Organizzata da PRO-ART di Ferrara, viene descritto attraverso un intreccio di simboli, come si compie in Cristo la profezia di Ezechiele "Vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno Spirito nuovo. Nel dittico “Vi darò un cuore nuovo”, ogni immagine è un simbolo. Il volto del Cristo a sinistra è formato da pesci, il tre sopra il sopracciglio richiama la Trinità, la goccia sottostante, l'umanità. Nel quadro successivo invece c'è l'immagine della croce con un cuore centrale da cui dipartono rami di vite con grappoli d'uva, simbolo eucaristico del sangue di Cristo. Nei quattro spazi creati dalla croce vengono rappresentati i quattro Vangeli, rispettivamente Matteo (angelo), Marco (leone), Luca (bue), Giovanni (aquila). I pesci del Cristo nuotano anche nel quadro con la croce formando quasi un cerchio attorno alla croce e suggerendo al tutto l'idea di un ostensorio. Nel riquadro di Matteo c'è una nuvola con un arcobaleno di reminiscenza veterotestamentaria, Al suo fianco la colomba della pace. Nello spazio di Luca ci sono lo sposo e la sposa uniti nell'amore di Cristo. Lo sposo ha in mano il “cuore nuovo” da donare alla sua sposa. A terra c'è il cuore di pietra, tolto alla sposa per essere sostituito con il cuore nuovo. Sopra gli sposi c'è una chiesa, nel linguaggio biblico anch'essa sposa. Nello spazio di Giovanni c'è una sposa che scende al cielo, come Giovanni stesso descrive nel libro dell'Apocalisse. Ai piedi della croce c'è una luna color blu manto della Madonna. Rappresenta Maria ai piedi della croce.
 
Indietro